Vsmart Extensions

> twitter

CRISTIANA MUSCARDINI

Eurodeputato e Vice  - Presidente della Commissione per il Commercio internazionale del Parlamento europeo. Leggi tutto>

 

Movimento CSR
SICUREZZA STRADALE, LA COMMISSIONE EUROPEA CONCORDA CON LA RICHIESTA DELL’ON. MUSCARDINI: NECESSARIO IL SECONDO CONDUCENTE SUGLI AUTOBUS A LUNGA PERCORRENZA
PDF
Scritto da Administrator   Giovedì 14 Aprile 2016 10:22

“La sicurezza stradale è uno dei principali aspetti in relazione ai quali si valuta l’efficacia delle norme dell’Unione. E per questo nel 2015 la Commissione ha avviato una valutazione della legislazione sui trasporti stradali comprendente anche gli strumenti legislativi per l’orario di lavoro e i modi di guida”. E’ quanto risponde la commissaria europea ai Trasporti, Violeta Bulc, alla richiesta dell’On. Cristiana Muscardini, presidente dei Conservatori Italiani, condividendo le preoccupazioni espresse dall’On. Muscardini in una lettera nella quale sottolineava la necessità della presenza del doppio conducente negli autobus a lunga percorrenza.

L’On. Muscardini aveva interpellato la Commissione ricordando che l’incidente avvenuto in Spagna lo scorso 22 marzo non è stato un caso isolato, e che le 13 studentesse Erasmus, di cui 7 italiane, rimaste uccise in quell’occasione andavano ad aggiungersi alle numerose altre vittime di incidenti sia su strada che su ferrovia.

 
EUROPA, MUSCARDINI: LA CLASSE POLITICA ITALIANA FINALIZZI LE CRITICHE ALLA UE A COSTRUIRE UN’EUROPA MIGLIORE
PDF
Scritto da Administrator   Giovedì 31 Marzo 2016 12:52

Ricordando che “il 18 aprile, ricorre il 65esimo anniversario della costruzione della Comunità economica del carbone e dell’acciaio (Ceca), il primo embrione dell’Europa che aveva iniziato a prendere coscienza di sé dalla dichiarazione di Schuman del 9 maggio 1950”, Cristiana Muscardini, presidente dei Conservatori Social Riformatori, chiede “alla classe politica italiana di finalizzare le critiche che rivolge all’Ue alla costruzione di un’Europa migliore e di non usarle strumentalmente, per fini elettorali, che rischiano di portare allo sfascio di quanto di buono la Ue ha fatto e di impedire di trovare in tempi brevi, immediati, la soluzione delle grandi questioni rimaste ancora aperte”.

“La ricorrenza - sottolinea l’on. Muscardini - deve essere l’occasione di affrontare con determinazione il problema che l’Europa così come è non risponde né agli obiettivi per i quali è nata né alle esigenze dell’attuale società: mancano una politica economica comune a sostegno dell’occupazione, dello sviluppo e dell’economia reale, una visione oggettivamente attenta rispetto agli accordi di partenariato con Paesi terzi e una divisione tra il sistema bancario di investimento e quello di raccolta del risparmio. E occorrono una Procura generale per il terrorismo e la grande criminalità organizzata, un’intelligence e una polizia comuni, un sistema unico di controlli alle frontiere e una politica comune per l’immigrazione”.

 
TERRORISMO, MUSCARDINI: IMAM CERTIFICATI E PROGRAMMI TV PER GLI IMMIGRATI PER CONTRASTARE IL FANATISMO
PDF
Scritto da Administrator   Mercoledì 30 Marzo 2016 15:02

Reciprocità per l’edificazione di luoghi di culto, certificazione dei predicatori e responsabilità civile e penale di chi gestisce centri di culto; procura europea antiterrorismo e sanzioni economiche ai Paesi che fiancheggiano e finanziano l’estremismo; documenti di riconoscimento per chi entra in Europa e trasmissioni tv per contrastare la propaganda estremista e spiegare le condizioni a cui è subordinate l’ospitalità in Europa. In un articolo sul magazine online “Il Patto Sociale – Informazione Europa” Cristiana Muscardini, presidente dei Conservatori Social Riformatori, lancia 9 proposte per contrastare il terrorismo fondamentalista e garantire accoglienza a chi emigra in Europa.

“Gli immigrati, che devono essere messi nella condizione di potersi integrare e devono perciò avere dignità e rispetto, sono tassativamente tenuti ad adeguarsi alle leggi e alle regole del Paese ospitante” – si legge nell’articolo. “I Paesi europei dovrebbero dare vita ad una tv, satellitare e online, attraverso cui trasmettere in più lingue programmi che spiegano le condizioni per venire nei nostri Paesi e che smascherino la propaganda sulle gesta delle entità terroristiche come Isis, Al Qaeda, ecc. Sulla falsariga di quanto accade in Egitto e Marocco - prosegue Muscardini - “i luoghi di culto devono essere posti sotto la responsabilità di qualcuno che ne risponda in via civile e penale: le prediche devono essere nella lingua del Paese ospitante e i predicatori devono essere riconosciuti da scuole religiose ufficiali e moderate, non ci può essere moschea, o presunta tale, condotta da un imam improvvisato”. Tra le misure proposte anche l’introduzione di vincoli in base ai quali “ai Paesi fiancheggiatori o finanziatori o tolleranti verso le associazioni terroristiche e verso i loro rappresentanti politici deve essere vietata l'acquisizione di immobili o strutture sul territorio europeo”.

 
INCIDENTE SPAGNA, MUSCARDINI: LE ISTITUZIONI EUROPEE, DOPO LE TANTE NORME SULLA SICUREZZA STRADALE RENDANO OBBLIGATORIO IL SECONDO CONDUCENTE SUGLI AUTOBUS
PDF
Scritto da Administrator   Martedì 22 Marzo 2016 14:43

“Dopo le condoglianze e il dolore arriva il tempo delle scelte: le Istituzioni europee, dopo le tante norme sulla sicurezza stradale rendano obbligatorio il secondo conducente sugli autobus e pullman che percorrono strade non urbane per percorsi superiori ai trenta  kilometri e che trasportano persone”. E’ quanto chiede l’On. Cristiana Muscardini, presidente dei Conservatori italiani, al Commissario europeo ai Trasporti, Violeta Bulc, dopo il grave incidente che si è verificato in Spagna e nel quale hanno perso la vita 13 studenti Erasmus, tra cui sette ragazze italiane. “La sicurezza dei trasporti passa anche dalla presenza del secondo conducente, presenza ritenuta inutile dalle istituzioni in omaggio agli interessi economici di chi, risparmiando sul secondo conducente, aumenta i propri utili, sia esso un privato o un ente pubblico. Si sono fatte molte battaglie per i caschi, le cinture di sicurezza, i timer per misurare le ore di guida ed i km percorsi, ma gli incidenti continuano a verificarsi in numero maggiore rispetto a quella che può essere la percentuale fisiologica di rischio, e il silenzio indifferente sulla necessità del secondo pilota – conclude Muscardini - rende la politica incapace di affrontare seriamente i problemi”. La Muscardini ha esteso la stessa richiesta anche al Ministro per i Trasporti italiano, Graziano Del Rio.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»