Vsmart Extensions

> twitter

CRISTIANA MUSCARDINI

Eurodeputato e Vice  - Presidente della Commissione per il Commercio internazionale del Parlamento europeo. Leggi tutto>

 

Movimento CSR
EUROPEE, VERHOFSTADT (ALDE) NOMINA CRISTIANA MUSCARDINI PORTAVOCE PER I RAPPORTI CON ASSOCIAZIONI E CATEGORIE PRODUTTIVE
PDF
Scritto da Administrator   Mercoledì 23 Aprile 2014 15:55

Milano, 23 aprile 2014 - Il Presidente del Gruppo dell’Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa (ALDE), on. Guy Verhofstadt, presente in Italia con la lista “Scelta Europea”, ha indicato come portavoce per i rapporti con le associazioni e le categorie produttive, l’on Cristiana Muscardini, attualmente Vicepresidente della Commissione Commercio internazionale. “Cristiana Muscardini, vice-presidente della commissione per il commercio internazionale è da anni vicina alle categorie produttive, è la persona più indicata per rappresentare l’Alleanza Liberali e Democratici nei necessari e costanti rapporti che devono esserci tra politica e il mondo del lavoro. La sua nomina è per noi anche la conferma dell'attenzione che l'ALDE manifesta nei confronti degli ambienti produttivi dell'Europa". L’On. Muscardini ha ringraziato il Presidente Verhofstadt  per la fiducia e ha riconfermato che insieme al suo movimento, CSR, co-fondatore del progetto per Scelta Europea profonderà tutto il suo impegno sia per la campagna elettorale che per il futuro sviluppo dell’alleanza liberal-democratica in Italia dove vi è grande necessità di un movimento politico liberale, moderno e fuori dagli obsoleti schieramenti che oggi, in maggioranza o in opposizione, non rappresentano più i veri e legittimi interessi della categorie produttive e dei consumatori.

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Aprile 2014 15:35
 
EUROPEE, MUSCARDINI: DOPO LE NOZZE D’ARGENTO CON IL PARLAMENTO EUROPEO RITORNO AD IMPEGNARMI NELLA POLITICA ITALIANA
PDF
Scritto da Administrator   Giovedì 17 Aprile 2014 09:32

Strasburgo, 16 aprile 2014 - “Dopo 25 anni d’impegno al Parlamento europeo passo il testimone a Marinella Colombo che so continuerà, con uguale determinazione, a difendere i diritti dei bambini e quelle delle nostre imprese manifatturiere, dando attenzione all’ambiente, agli animali, all’artigianato e all’agricoltura così come ho fatto in questi anni. Dopo la campagna elettorale, con i Conservatori Social Riformatori, movimento che ho l’onore di presiedere, lavorerò per rendere più forte il progetto che deve unire coloro che, credendo nella libertà e nella democrazia, si oppongono a quelle derive leaderiste che impongono deputati nominati e falsi bipolarismi. Credo di aver servito correttamente l’Italia e l’Europa e continuerò, anche nel futuro, a lavorare affinché l’Unione economica e politica diventi una realtà in sintonia con le speranze dei cittadini ed è per questo che con il CSR ho contribuito a dar vita al progetto di Guy Verhofsdat per una Scelta Europea. Nel mio percorso ci sono state spesso scelte difficili e anche ora credo sia mia dovere decidere in base a quanto ritengo più utile per il progetto al quale aderisco: dobbiamo vivere guardando avanti perché la politica torni ad essere capace di visioni ampie e realizzabili e per ottenere questo bisogna avere il coraggio di dare vita ai cambiamenti necessari. Ringrazio tutti coloro che con il loro lavoro e la loro amicizia mi hanno consentito 25 anni di impegno parlamentare e sono certa che insieme continueremo anche nei prossimi anni.”  Con queste parole l’on Cristiana Muscardini, vicepresidente della Commissione commercio internazionale, vicepresidente del Gruppo per la protezione degli animali, medaglia d’oro al merito europeo, già membro della Convenzione europea, designata miglior parlamentare nel 2007ed uno dei maggiori sostenitori del “made in” ha salutato colleghi ed amici. L’on Cristiana Muscardini è presidente in Italia dei Conservatori Social Riformatori e collabora al magazine on-line “Il Patto Sociale (www.ilpattosociale.it)”.

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Aprile 2014 12:50
 
EUROPEE, COLOMBO A DE MARTINI: COMMISSIONE PETIZIONE E’ UNICA POSSIBILITA’ PER I CITTADINI DI FAR GIUNGERE LA LORO VOCE AL PARLAMENTO EUROPEO E ALLA COMMISSIONE
PDF
Scritto da Administrator   Giovedì 17 Aprile 2014 14:42

Strasburgo, 17 aprile 2014 - “Dissento completamente da quanto affermato da Susy De Martini riguardo alla presunta minore importanza della Commissione Petizioni. Ricordo che la Commissione Petizioni è stata ed è tutt’ora l’unica possibilità per i cittadini di far giungere la propria voce direttamente al Parlamento e alla Commissione europea. La Commissione Petizioni ha a volte risolto i problemi dei cittadini e altre volte dato loro la possibilità di attirare l’attenzione su questioni ignorate dalle lobby e dalle istituzioni, ma altrettanto importanti e determinanti per la vita di ognuno, come è stato per esempio per il problema dell’abuso del tedesco nei regolamenti europei relativi alla tutela dei bambini e al conseguente arricchimento a spese del genitore non-tedesco. Se questa Commissione non fosse così importante, i deputati tedeschi non si sarebbero tanto affannati nel voler censurare le petizioni che li chiamano in causa. Dissento allo stesso modo dall’affermazione che esistano eurodeputati di serie A e di serie B a seconda delle commissioni alle quali appartengono. Pertanto, a seguito della conferma ufficiale della mia candidatura come capolista di Scelta Europea nel Nord-Ovest, ribadisco pubblicamente il mio impegno, in caso di elezione, a rappresentare gli interessi degli italiani, di tutti gli italiani, in qualsiasi commissione io mi dovessi trovare” – è quanto afferma la candidata alle prossime elezioni europee per Scelta Europea Marinella Colombo”.

Ultimo aggiornamento Giovedì 17 Aprile 2014 15:00
 
MATRIMONI BINAZIONALI, MUSCARDINI: L'UE DIA PIU’ INFORMAZIONE A CHI SI SPOSA CON UNO STRANIERO
PDF
Scritto da Administrator   Mercoledì 16 Aprile 2014 15:01

Strasburgo, 16 aprile 2014 - "La Commissione proponga agli stati membri che l'Istituzione che sposa le coppie binazionali o le registra di fatto renda noti agli sposi i loro diritti in caso di separazione, i diritti dei figli e le differenze tra legislazioni nazionali,  in modo da evitare futuri problemi come quello dello Jugendamt tedesco in cui incorrono migliaia di persone" - hanno chiesto l'On. Muscardini, Vicepresidente della Commissione per il Commercio Internazionale e l'on. Niccolò Rinaldi, Vicepresidente del Gruppo ALDE al Parlamento Europeo. "Ogni anno in Europa ci sono 140.000 separazioni binazionali, oltre alle coppie di fatto che non sempre sono registrate, e spesso le decisioni dei giudici nazionali discriminano il genitore straniero che risiede in un paese, o creano vulnus insanabili nel futuro dei bambini, che vengono strappati a uno dei due genitori. Se l'Europa vuole avere un futuro deve informare i suoi cittadini anche dei rischi che si possono verificare in questi casi" - conclude Muscardini.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Aprile 2014 15:07
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»